Coraggio, forza e determinazione, in sintesi Paola Salvatori

Domenica 27 marzo 2022, oltre 11.000 runners hanno colorato le strade della Capitale correndo la 27° edizione della Maratona di Roma. La gara podistica, finalmente tornata nella sua tradizionale data, ha visto il dominio degli etiopi vittoriosi sia nella classifica maschile che in quella femminile.

Al maschile Fikre Bekele Tefera, con il tempo di 2h06:48, ha ottenuto il nuovo primato della manifestazione battendo dopo tredici anni quello del keniano Benjamin Kiptoo (2h07:17) stabilito nel 2009. Per quanto riguarda la classifica femminile, la trentenne etiope Sechale Dalasa Adugna vince la gara realizzando il record personale di 2h26:09.

Per i colori nazionali e in particolare per quelli della U.S. Roma 83, nella gara femminile giunge ottava e prima delle italiane Paola Salvatori con il tempo di 2h49:17, mentre per la competizione maschile Luca Parisi, dell’Atletica La Sbarra, è arrivato dodicesimo con il tempo di 2h20:40.

Paola Salvatori, Maestra Runner e atleta di punta della Società Sportiva U.S. Roma 83, affermata podista del panorama laziale e nazionale, negli ultimi anni ha ottenuto molteplici piazzamenti d’onore vincendo due edizioni della Maratona di San Valentino (2022 e 2014) e giungendo per 7 volte seconda in altre competizione sempre sulla distanza dei 42,195 km. L’attuale record di Paola è di 2h46:15 ottenuto nel 2020 nella maratona di San Valentino di Terni. Esempio di continuità e impegno sportivo, Paola Salvatori non finisce mai di stupirci.

Sono quindi due romani ad emergere tra gli italiani (Paola e Luca) che hanno onorato l’edizione della maratona di Roma più veloce di sempre, registrando ben tre atleti scesi sotto il precedente record della competizione e ben otto sotto le due ore e dici minuti. Congratulazioni.

Fulvio Mattielli
ASD U.S. Roma 83

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.